Calo sensibile del gioco online nel 2013

 March 25, 2014      
 Uncategorized   

Sono passati soltanto sei anni dalla nascita delle sale da poker online aams regolamentate nel nostro paese e a tutt’oggi il fatturato è sceso del 50% arrivando sulla soglia dei 400 milioni di euro mensili.
Il boom dei tornei e del cash game ha avuto vita breve, il 70% dei tornei organizzati la maggior parte delle volte non riesce neanche a raggiungere il numero minimo di partecipanti e le case di gioco per compensare la mancanza di giocatori sono costrette ad abbassare il livelli minimi garantiti dei premi.
Nel cash game la situazione non è di molto diversa con tavoli da gioco sempre più vuoti e con relative attese o ricerche per trovare il tavolo giusto.
Ma allora la domanda sorge spontanea, dove sono finiti tutti i giocatori italiani e quali sono le cause che hanno influito sulla perdita di così tanti giocatori nelle sale .it?
Le risposte sono molteplici a riguardo, molti giocatori hanno deciso di abbandonare le sale .it per tornare a giocare in quelle .com, questo perchè l’aumento della tassazione e la carenza di giocatori ha fatto aumentare notevolmente il livello qualitativo medio dei giocatori presenti.
Un’altra causa è data dall’arrivo del poker cash che ha influito in maniera negativa sul bankroll di molti giocatori facendoglielo perdere in brevissimo tempo.
Per fare un esempio anche pokeritalia24 l’emittente televisiva che da sempre offriva a tutti gli appassionati i suoi servizi e speciali sul poker è passata su Sky quindi non tutti sono in grado di vederla e di conseguenza vi è minor numero di nuovi appassionati in arrivo nelle sale da gioco.
Oltre questo, la legalizzazione di moltissimi giochi online non ha fatto altro che disperdere i giocatori e il fatto che ci sia un operatore che detiene il 50% del mercato italiano non ha assolutamente aiutato facendo calare le offerte di bonus tornei e livelli Vip.

Il calo ha colpito molte case famosa alcune come www.titanbetpoker.it hanno risentito poco del calo.

Mentre anche i casino in europa mostrano cali nel gioco reale.
Le problematiche sono molte e non sarà facile superarle, il mercato italiano è troppo piccolo ed ha grossi problemi di liquidità che soltanto l’apertura di un mercato globale fra tutte le nazioni con simile regolamentazione potrebbe risolvere.

Per i casino stesso andamento nonostante l’aggiunta dei casino con croupier dal vivo.