La Hard Rock stà valutando l’acquisto del Casinò Revel

 May 23, 2014      
 Uncategorized   

Gli indiani Seminoles con la loro Hard Rock stanno valutando in maniera molto seria l’acquisto del Casinò Revel di Atlantic City, sempre se il prezzo sarà considerato giusto.
Sono oramai parecchi mesi che il Casinò è alla ricerca di un acquirente o addirittura di un partner.
Le voci di corridoio dicono che sono già molti mesi che la società Hard Rock stà monitorando il famoso Casinò ed abbia già effettuato parecchie indagini preliminari per i regolatori di Casinò del New Jersey.
Il Presidente di Hard Rock James Allen intervenuto all’East Coast Gaming Congress ha dichiarato quanto segue:

“Abbiamo certamente monitorato e partecipato al processo, la questione non è se il Revel sarà operativo ma cosa si dovrà mettere in una proprietà che è in negativo in termini di guadagni. Ha bisogno di un sacco di lavoro e vi sono problemi con il progetto”.

Allen si è astenuto dal dire quale sia secondo lui il prezzo giusto di acquisto ma è certo che sarà di molto inferiore alla cifra spesa per la sua costruzione.
Intanto Allen ha richiesto una dichiarazione di conformità per la società atta a determinare chi ha il bisogno di cercare o detenere una licenza di Casinò dopo quella gia presa per il bingo online.

La New Jersey Division of Gaming Enforcement in una sentenza emessa nel mese di febbraio aveva affermato che la tribù non ha nessuna necessità di qualificarsi per una eventuale licenza ma che diversi dirigenti dell’Hard rock ne avrebbero sicuramente bisogno.
L’hard Rock aveva già provato ad entrare nel mercato del gioco d’azzardo nel 2011 inserendosi in un programma che prevedeva la costruzione di piccoli Casinò stile Boutique contenenti meno di 500 camere, numero minimo richiesto dalla vigente normativa.
Il progetto iniziò con soltanto 208 camere per poi passare in poco tempo a 850 con un costo iniziale di 465 milioni di dollari ma dopo neanche un’anno e senza aver scavato neanche un centimetro di terra la società scartò l’idea viste le condizioni proibitive del mercato.
Ora che il mercato americano sta vagliando per la delibera delle licenze online di gambling, la Hard Rock ha acquisito sistemi informatici e piattaforme per il gioco online da mobile con l’ingresso delle scommesse  per ipad tablet e smartphone

Zuckerberg per 19 miliardi acquista WhatsApp

 April 22, 2014      
 trading   

Zuckerberg ci aveva già provato cercando di acquisire SnapChat ma senza successo, ora ha concluso l’affare acquisendo whatsApp per 19 miliardi di dollari suddivisi in 15 miliardi di azioni e 4 miliardi in contanti.
La famosa applicazione di messaggistica gratis a tutt’oggi può vantare 450 milioni di utenti fra cui 320 attivi e fa registrare più di un milione di nuovi utenti al giorno.
Per questo vi segnaliamo la possibilità di fare trading su azioni facebook con tempistiche brevi grazie a tutte le piattaforme di trading online che permettono la negoziazione con opzioni binarie.
In questi giorni potrebbero essere messe in campo diverse strategie che potrebbero far salire il titolo e di conseguenza dare la possibilità a tutti i vari trader di segnare ottimi guadagni.
Riguardo ai trader esperti il nostro consiglio è quello di tener conto delle strategie a medio termine annunciate in maniera ufficiale ed ufficiosa in modo da poter sfruttare in maniera repentina eventuali rialzi.
Attualmente su WhatsApp non sono presenti pubblicità dato che la vecchia società si era incentrata principalmente sulla comunicazione non includendo sticker acquistabili, cercare utenti nei dintorni ed altre eventuali features.
Per poter effettuare trading su azioni facebook come detto in precedenza potrete utilizzare una delle moltissime piattaforme di trading online con i migliori broker opzioni binarie presenti sul web.

Mobile in crescita decreto in vista

 March 25, 2014      
 Uncategorized   

Il game mobile è uno dei mercati che sta facendo registrare la maggiore crescita in assoluto e dove vedremo sicuramente arrivare moltissime innovazioni.

Matteo Monteverdi di iGaming tech all’Ice di Londra ha dichiarato:

“Il contenuto nel gioco mobile è re, perché il segmento mobile è molto frammentato. Riuscire ad avere un contenuto di qualità per tutti i devices è fondamentale”.

Secondo l’esperto il gioco che più si addice al mobile è rappresentato dai Casinò per ipad e tablet games considerandoli un grande successo ma anche lo sport betting si difende bene rappresentando una realtà oramai consolidata, i casino online legali ricordiamo che devono essere approvati da aams
Secondo Monteverdi la crescita del live betting è stata fondamentale con la sua convenienza d’uso e la sua facile accessibilità.
Infine secondo Monteverdi la differenza fra device utilizzato ha il suo peso nel senso che va considerato il fatto che l’utilizzo di schermi più grandi è un elemento di primaria importanza.
Resta il fatto che questo mercato è l’unico che non ha subito nessun tipo di flessione ma anzi è in continuo aumento e non ha fatto registrare alcun tipo di crisi.

Sempre più gioco passa dal mobile

 March 25, 2014      
 Uncategorized   

Ieri si è svolta la sesta riunione della Commissione Finanze del Senato dove è anche intervenuto il Viceministro all’Economia Luigi Caserio che ha ribadito l’esigenza di un confronto fra Governo Camera e Senato al fine di delineare i lavori di predisposizione dei Decreti Legislativi sulla delega fiscale che, come previsto dall’articolo 14 prevede il riordino delle disposizioni in materia di gioco.
Il presidente Marino ritiene fondamentale che il Ministro dell’Economia Padoan confermi i punti già toccati dal suo predecessore che riguardavano l’appoggio alle Commissioni per lo stilaggio delle disposizioni delegate dando un seguito alle linee programmatiche già delineate in precedenza che nello specifico erano riferite all’attuazione della delega.

un Decreto legge per lo smaltimento delle apparecchiature elettriche ed elettroniche

 March 25, 2014      
 Uncategorized   

Il problema dei rifiuti pericolosi è in fase di discussione al Consiglio dei Ministri il quale ha approvato un Decreto Legge riguardante lo smaltimento di Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee).
L’obiettivo di tale Decreto è quello di prevenire o almeno cercare di ridurre l’impatto ambientale dovuto dalla produzione di apparecchiature elettriche ed elettroniche, cercare di incrementarne la raccolta ed il recupero, rafforzare le misure di controllo ed inserire una norma specifica atta ad abbattere i costi amministrativi mantenedo un alto tasso di tutela dell’ambiente.
In tutto questo sono interessati anche gli apparecchi da gioco in fase di dismissione con riferimento particolare alle schede elettroniche , slot machine vlt ma anche vecchi monitor o sorgenti luminose in genere.
L’ultima discussione sul tema risale al 2010 dove il Governo di allora attraverso il decreto milleproroghe fece slittare il termine previsto per lo smaltimento di tali apparecchiature e di tutti gli oneri ad esso correlati.
Ultimamente il tema è tornato in vigore e come di solito accade nel nostro paese vi è stata l’ulteriore proroga del Sistri, si riuscirà mai ad avere una data definitiva per tutto ciò? Vedremo con il passare del tempo quali saranno gli sviluppi.

Calo sensibile del gioco online nel 2013

 March 25, 2014      
 Uncategorized   

Sono passati soltanto sei anni dalla nascita delle sale da poker online aams regolamentate nel nostro paese e a tutt’oggi il fatturato è sceso del 50% arrivando sulla soglia dei 400 milioni di euro mensili.
Il boom dei tornei e del cash game ha avuto vita breve, il 70% dei tornei organizzati la maggior parte delle volte non riesce neanche a raggiungere il numero minimo di partecipanti e le case di gioco per compensare la mancanza di giocatori sono costrette ad abbassare il livelli minimi garantiti dei premi.
Nel cash game la situazione non è di molto diversa con tavoli da gioco sempre più vuoti e con relative attese o ricerche per trovare il tavolo giusto.
Ma allora la domanda sorge spontanea, dove sono finiti tutti i giocatori italiani e quali sono le cause che hanno influito sulla perdita di così tanti giocatori nelle sale .it?
Le risposte sono molteplici a riguardo, molti giocatori hanno deciso di abbandonare le sale .it per tornare a giocare in quelle .com, questo perchè l’aumento della tassazione e la carenza di giocatori ha fatto aumentare notevolmente il livello qualitativo medio dei giocatori presenti.
Un’altra causa è data dall’arrivo del poker cash che ha influito in maniera negativa sul bankroll di molti giocatori facendoglielo perdere in brevissimo tempo.
Per fare un esempio anche pokeritalia24 l’emittente televisiva che da sempre offriva a tutti gli appassionati i suoi servizi e speciali sul poker è passata su Sky quindi non tutti sono in grado di vederla e di conseguenza vi è minor numero di nuovi appassionati in arrivo nelle sale da gioco.
Oltre questo, la legalizzazione di moltissimi giochi online non ha fatto altro che disperdere i giocatori e il fatto che ci sia un operatore che detiene il 50% del mercato italiano non ha assolutamente aiutato facendo calare le offerte di bonus tornei e livelli Vip.

Il calo ha colpito molte case famosa alcune come www.titanbetpoker.it hanno risentito poco del calo.

Mentre anche i casino in europa mostrano cali nel gioco reale.
Le problematiche sono molte e non sarà facile superarle, il mercato italiano è troppo piccolo ed ha grossi problemi di liquidità che soltanto l’apertura di un mercato globale fra tutte le nazioni con simile regolamentazione potrebbe risolvere.

Per i casino stesso andamento nonostante l’aggiunta dei casino con croupier dal vivo.